fbpx

Blog

Come la tecnologia sta trasformando il mondo del lavoro

Dagli strumenti di reclutamento AI all'automazione industriale e gli assistenti robotici, le nuove tecnologie digitali stanno trasformando il moderno posto di lavoro. Molti di questi sistemi promettono di migliorare l'efficienza, la produttività e il benessere, ma in che modo influiscono effettivamente sulle persone che interagiscono con loro ogni giorno?

È una domanda complicata senza risposte precise, ma alla quale ha provato a dare una lettura obiettiva una ricerca dell’Università di Harvard; Un folto gruppo di ricercatori ha iniziato a esplorare i modi sfumati in cui la tecnologia sta influenzando il posto di lavoro e la forza lavoro, facendo luce sui suoi numerosi vantaggi e i rischi sostanziali.

In che modo l'IA sta trasformando le assunzioni?

Una delle aree più significative in cui la tecnologia ha trasformato il posto di lavoro è quello della selezione del personale. Gli strumenti di intelligenza artificiale possono aiutare i reclutatori a vagliare i curriculum, rivedere lettere di accompagnamento e persino condurre interviste virtuali. Ma questi strumenti possono anche introdurre nuove complessità e pregiudizi nei processi di assunzione.

Le soft skill professionali fondamentali per un ambiente di lavoro digitale

Le competenze trasversali professionali sono sempre state preziose, ma il passaggio ad un ufficio ibrido, una realtà sempre più diffusa nel 2022, evidenzia l'importanza di queste competenze. Il lavoro di squadra, la comunicazione, la flessibilità e una forte etica del lavoro sono importanti tanto quanto le soluzioni tecnologiche che consentono il lavoro a distanza. Se i leader vogliono migliorare l'esperienza dei dipendenti, devono affinare le proprie competenze trasversali professionali e aiutare i dipendenti ad affinare le proprie.

Con l'aumento dei lavori ibridi e remoti, avere le giuste competenze professionali è molto apprezzato dai potenziali datori di lavoro e offre a chi cerca lavoro un vantaggio competitivo.

**Nuova visura catastale**

L'Agenzia delle Entrate ha appena pubblicato la Guida alla nuova visura catastale aggiornata ad ottobre 2022.

Il nuovo modello è "un documento più descrittivo e di più facile comprensione, rispetto a quello precedente, in particolar modo per i cittadini non addetti ai lavori. L’esposizione dei dati all’interno della visura, infatti, è organizzata in maniera tale da favorire una più agevole lettura e consente di fornire un maggior numero di informazioni, garantendo una migliore comprensione delle variazioni intervenute, nel corso degli anni, nelle titolarità degli immobili."  La Guida specifica che "Le informazioni contenute nelle nuove visure catastali sono suddivise in “sezioni omogenee” immediatamente individuabili, grazie all’utilizzo di una diversa colorazione per ognuna di esse.

elementi grafici nuove visure

 

Il documento riporta: 

INTESTAZIONE DELLA VISURA, nella quale trovano posto - il logo dell’Agenzia delle entrate, la Direzione provinciale (o Ufficio provinciale – Territorio) che ha rilasciato il documento - la data e l’ora della visura - il numero della pratica - il tipo di catasto - la tipologia di visura - la data a cui è riferita la consultazione.

DATI IDENTIFICATIVI - dati identificativi completi di sezione (se presente) - riferimento alla partita (se presente) - particelle corrispondenti al catasto terreni, per gli immobili di catasto fabbricati

INDIRIZZO (denominazione urbana generica, odonimo, n. civico, piano e scala). Questa sezione è presente solo per gli immobili iscritti al catasto fabbricati

DATI DI CLASSAMENTO - dati reddituali - zona censuaria - categoria o qualità/destinazione - classe e consistenza

DATI DI SUPERFICIE (superficie totale e superficie totale escluse aree scoperte, solo per le categorie del gruppo A). Questa sezione è presente per gli immobili iscritti al catasto fabbricati censiti in categoria ordinaria 

INTESTAZIONE DELL'IMMOBILE - dati anagrafici, ovvero nome, cognome, luogo di nascita, data di nascita, codice fiscale, per le persone fisiche - denominazione per le persone non fisiche - diritto reale di godimento, quota, regime patrimoniale e indicazione dell’atto da cui deriva l’intestazione.

Tra le novità del nuovo modello di visura vi è anche l’introduzione della sezione dedicata alla “LEGENDA”, in cui sono riportate informazioni utili a chiarire il significato dei dati riportati in visura.

esempio visura attuale

 

Consulta qui la Guida completa 

Informazioni tratte da Agenzia delle Entrate

Fintech e standard ESG

 

Lo sviluppo in corso nel settore dei servizi finanziari, insieme alla rapida digitalizzazione monetaria, ha visto la popolazione unbanked passare dal 60% nei primi anni 2000 a circa il 30% entro il 2021. Le regioni fortemente unbanked in tutto il mondo stanno ora lentamente ma inesorabilmente diventando attori chiave nel dispiegamento di strumenti finanziari che possono aiutare a sbloccare nuove possibilità e opportunità per il futuro.

La pandemia ha indubbiamente aumentato la necessità e l'importanza dell'accesso a software e strumenti finanziari e, nei prossimi anni, possiamo aspettarci che sempre più aziende cerchino soluzioni che possono aiutare a risolvere le complessità legate al settore.

Sebbene la fintech abbia reso i sistemi monetari online ampiamente accessibili, nei prossimi anni questi stessi sforzi dovranno essere diretti verso l’ESG (acronimo di Environment, Social, Governance) vale a dire l’ecologizzazione, l'impatto sociale e la governance generale del settore dei servizi finanziari.

Cosa sono le filter bubble

 

Negli ultimi tempi, si torna a parlare in modo piuttosto frequente di filter bubble ed echo chamber rispetto ai contenuti che otteniamo dalla Rete, quando cerchiamo online delle informazioni che ci interessano.

Il termine "filter bubble" (bolla di filtraggio) è stato coniato da Eli Pariser nel suo libro “The Filter Bubble: What the Internet Is Hiding from You” per identificare «quell’ecosistema personalizzato dell’informazione creato dagli algoritmi»; una vera e propria "bolla" di informazioni limitate in cui ogni utente viene chiuso.

La causa sono i sistemi di personalizzazione dei social media e dei risultati delle ricerche. Ogni volta che un utente effettua una ricerca online, ricerche precedenti e posizione vengono sfruttati per offrirgli risultati su misura.

Il noleggio a lungo termine traina un mercato dell’auto fermo

 

Con un mercato automotive del privato in continua crisi, il dato sui primi 7 mesi dell'anno è infatti fortemente negativo (793.856 immatricolazioni) con un crollo del 20,3% rispetto al 2021 e del 35,8% rispetto al 2019, il rental car, si dimostra come la soluzione in grado di tenere a galla il mercato, sia per una maggiore disponibilità di prodotto, sia perché più conveniente, soprattutto per la fascia più giovane.

A luglio 2022 il noleggio ha registrato le performance migliori del mercato auto: l’NLT vede un +23,2%, mentre il breve termine per la prima volta arriva al +58,2%, attenuando il passivo annuale a -31,03%.

Sottocategorie

Recapiti

Site: www.tutorpointsrls.com
Mail: info@tutorpointsrls.com 
Pec: tutorpoint@flexipec.it

P.I. & C.F.: 14641581005
Indirizzo Sede legale e Operativa: VIA DEI SETTE METRI 107/I CAP 00118 - ROMA (RM)
REA N° RM-1535310 IVASS RUI N°E000598091

Orari

 Lunedì - Venerdì
 10.00 - 13.00
 14.30 - 16.30